Giovanissimi FB girone 1

20180128annata2004usai 1

Classifica Giovanissimi FB girone 1 stagione 2017/2018

Giovanissimi FB Girone 1 Seconde stagione 2017/2018

Team
Points
1 Torino 58
2 Lucento Blu 51
3 Lucento Rosso 50
4 V.Mercadante 46
5 S.Giacomo Chieri 31
6 CBS 31
7 Pro Settimo Eureka 28
8 Mirafiori 28
9 Vanchiglia 21
10 Barcanova 17
11 Pol. Garino 12
12 S.G.Riva 6

Prossimi incontri Giovanissimi FB Girone 1 stagione 2017/2018

28 aprile 2018 Giovanissimi FB 2004 Usai

PER ONOR DI FIRMA .... 

Prestazione super dei ragazzi di Mister Usai che chiudono in bellezza una stagione meravigliosa nonostante le 5 sconfitte subite nel periodo di appannamento che più volte ho descritto, battendo i pari età del Lucento per 4 a 2.
Se qualcuno ....

leggi tutto ...

Prestazione super dei ragazzi di Mister Usai che chiudono in bellezza una stagione meravigliosa nonostante le 5 sconfitte subite nel periodo di appannamento che più volte ho descritto, battendo i pari età del Lucento per 4 a 2.
Se qualcuno dubitava del loro temperamento, della voglia di far bene e di fare bene calcio, oggi tutti i dubbi sono stati fugati.

I ragazzi sono bravi, sono cresciuti fisicamente e tecnicamente e sono sopratutto una squadra. E quando tutti sono tornati in saluto hanno dimostrato di saperci fare e di potersela giocare con chiunque.
La classifica ufficiale dice che il Lucento Blu, quello che stasera in parte è venuto a sostituire il Lucento Rosso ha vinto il campionato: il distacco sarà di 4 punti se vinceranno l'ultima gara in casa con il Mirafiori. Mentre il Mercadante di Mister Usai è secondo con gli stessi punti del Lucento Rosso per via degli scontri diretti. Ah già voi direte, e il Torino? Certo quelli hannp vinto il campionato ma sono fuori classifica.
Prima di raccontarvi la cronaca della partita vorrei spendere due parole per Giandomenico Bardascino. Il ragazzo ha giocato sapendo solo in extremis che veniva con noi e non sarebbe andato a disputare la gara decisiva del primo gruppo che fuori casa se la vedeva con la seconda della classe: il Barcanova. Ebbene è stato tra i migliori in campo. Non ha sbagliato un intervento, ha dato tranquillità a tutta la difesa, ha rilanciato il gioco con puntualità e precisione e a rincorso pure le mosche senza mai perdere un pallone. Bravo Giando, come lo chiamano papà e i compagni! Sembrava che avesse giocato sempre in questa squadra. Complimenti per l'umiltà e lo spirito che ha dimostrato per tutta la partita.
E ora la cronaca.
Per prima cosa c'è da dire che i ragazzi stanno tutti bene e già questa e una vittoria, ci sono tutti e questa è la seconda vittoria e la terza vittoria è che oggi Daniele Diforti è presente non solo per onor di firma ma probabilmente disputerà uno spezzone di gara dopo ben due mesi dall'infortunio.
E allora possiamo essere ottimisti.
Pronti e via.
Fase di studio ma ritmi sostenuti.
Gli altri sono forti e ben messi in campo. Ma sin dalle prime battute si vede che i ragazzi di Mister Usai hanno gamba e voglia.
Gentile prende le chiavi del centrocampo sia in gase di interdizione che di costruzione,  organizza la manovra e illumina il gioco; Sabry e Delsonno Manu ai suo fianchi sono sempre sul pezzo e Manu in particolare mostra di avere idee e sciorina un paio di giocate delle sue che non si chiudono per la bravura della difesa ospite; sulle fasce Zappavigna e Delsonno Edo non si fermano mai e gli avversari faticano a tenerli. Nel primo tempo è più Edo che gli avversari faticano a tenere e che ha un'occasione incredibile di testa servito da un assist delizioso di Piazza, che ha il compito di centravanti guastatore, ma chiude gli occhi al momento dell'impatto con il pallone e spreca una ghiotta occasione.
Zappavigna lo ritorveremo più avanti durante la gara sia nel bene (+) che nel male (-): la fascia di pertinenza è sua e la percorre a gran velocità e alla prima occasione non fallisce. Gentile intercetta un pallone sulla trequarti si libera e tira, il portiere è battuto ma il pallone si stampa sulla traversa, Zappavigna ci crede anticipa tutti e porta i suoi compagni in vantaggio. Esplode la gioia di tutti. Ancora qualche occasioni, sia su corner che su azione ma il risultato resta invariato e il primo tempo si chiude con i padroni di casa in vantaggio per 1 a 0.

Si riparte, con il giovanissimo arbitro che indugia per un bel po' negli spogliatoi: è alla sua seconda gara e che gara terza contro quarta!
Il cliché non cambia: le due squadre si contendono il centrocampo ma è sempre il nostro pacchetto ad avere la meglio grazie al vigore e al tempismo di Gentile, al lavoro sporco di Sabry sette polmoni e alle sguscianti serpentine di Delsonno Manu che sa anche contrastare.
In ogni caso il centrocampo ha buon gioco grazie alla vicinanza del quartetto difensivo che tiene corta la distanza con la linea di centrocampo e sostiene l'azione.
Casetta sembra rinato, dalla sua parte non solo non si passa ma i suo rilanci sono sempre puntuali. Ciubotaru aggiunge al suo solito impegno una intraprendenza nel gestire il pallone, ma sopratutto anticipa sempre il suo diretto avversario.
Gli attacchi producono calci d'angolo a ripetizione e su uno di questi Gentile va più  in alto di tutti, colpisce in sospensione, il pallone supera il portiere ma trova ancora una volta il legno della traversa. E sono due!
Poi succede l'imponderbile. Il Lucento conquista il pallone a centrocampo e parte in contropiede, i nostri rinculano e non aggrediscono il portatore di palla che trova smarcato un compagno in area di rigore creando superiorità numerica e quindi la possibilità  di servire un altro compagno che batte in porta e supera Zanotto non impeccabile nell'occasione. Zanotto si rifarà qualche minuto  dopo con una parata capolavoro deviando in corner un tiro velenoso da limite dell'area.
Primo tiro in porta degli avversari e gol: si rivedo le streghe delle ultime gare!
Questa volta però i ragazzi non si lasciano irretire e ripartono a spron battuto. Tiro in porta e salvataggio sulla linea con l'aiuto del braccio: calcio di rigore. Sul dischetto va il capocannoniere del torneo Simone Zappavigna ma il suo tiro è lento e centrale e il portiere para.
Ma quando la squadra c'è non si ferma difronte alle avversità di giornata: Ciubotaru si destreggia a centrocampo e serve un pallone delizioso a Zappavigna che mette il turbo, supera tutti gli avversari e mette in rete il gol del 2 a 1 facendosi perdonare l'errore dal dischetto. Tutti in campo con il Mister ad abbracciarsi. Siamo di nuovo avanti!
Ma questa volta per rimanerci. I ragazzi di mister Usai mantengono il controllo del gioco e continuano a premere. In questa fase conquistano una serie di calci di punizione con esiti alterni: alcuni non producono frutti o per la bravura del portiere o perché calciati fuori. Poi succede che in uno di questi Gentile calcia forte e preciso per Zappavigna che nel tentativo di intercettare la sfera inganna il portiere senza toccarla e la stessa finisce in rete: 3 a 1 e gara in cassaforte!
Ma quando mai: gli ospiti premono con veemenza e conquistano campo ed un paio di calci piazzati e un corner. Sugli sviluppi di quest'ultimo e conseguente mischia in area, tra una spinta e l'altra, l'arbitro concede il rigore anche agli ospiti, che trasformano portandosi sul 3 a 2. Non si finisce di soffrire.
Girandola di cambi intanto e dalla panchina ad uno ad uno da li in avanti entreranno tutti.
Prima Et Taleb per Piazza, che sposta Zappavigna nel ruolo di centravanti e lui ripaga la fiducia del mister con applicazione e poi trasformando il terzo rigore della gara e  portando i suoi sul 4 a 2 e chiudendo la gara, dopo che sull'ennesima accelerazione di Zappavigna la difesa non ha potuto fare altre che metterlo giù.
Poi è la volta di Salomone, che sostituisce Delsonno Edo che aveva dato tutto, e dimostra di essere un'ala vera in fase di attacco ma che sa difendere.
Quindi Callegaro che sostituisce Delsonno Manu anch'esso stanco.
E dopo il rigore di Et Taleb, che trasforma con freddezza e precisione portando il risultato nelle sue vesti definitive e quindi sul 4 a 2, è la volta di Achic che sostituisce Sabry e Diforti che sostituisce Gentile.
La gara è agli sgoccioli ma Diforti ha ancora il tempo di mostrare uno dei suoi pezzi pregiati lanciando con precisione un compagno in profondità.  Ancora un calcio di punizione degli ospiti e dopo tre minuti di recupero l'arbitro fischia la fine della gara. E così finisce questo splendido campionato. La squadra ben guidata ed allenata da Mister Usai ha messo in mostra diverse individualità, molta qualità nel gioco e buona tempra. È  stata sconfitta a causa di un periodo di appannamento di diversi ragazzi, ma ha sempre rialzato la testa e reagito con vigore alle avversità. Ed ora il divertimento continua cin alcuni tornei che serviranno a concludere la stagione. 
Io passo e chiudo e pubblico quest'ultimo pezzo per i genitori che oggi per motivi di lavoro o di famiglia non sono stati presenti a godersi lo spettacolo.
Forza ragazzi, forza Virtus Mercadante!
 
Nino Gentile

25 marzo 2018 Giovanissimi FB

Fa notizia la sconfitta subita dai ragazzi coordinati da mister Usai,

fa notizia perchè dopo 18 vittorie il Pro Settimo Eureka riesce a fermarci ....

leggi tutto ...

Fa più notizia (leggi Sprint e Sport di oggi!) la sconfitta della Virtus Mercadante in casa della PROSETTIMO Eureka, squadra 2005 che già all'andata pur sconfitta 4 a 0 aveva destato un'ottima impressione, più di quante non l'abbiano fatto le 14 vittorie (ed un solo pareggio) conseguite dai nostri ragazzi su 18 gare di campionato!

Quando si perde non si devono accampare scuse di alcun tipo, ma sarebbe irrispettoso nei condronti del gruppo e di Mister Usai non argomentare sulla salute della squadra che in questo periodo è stata falcidiata dagli infortuni e che ha dovuto far scendere in campo due ragazzi che nei giorni precedenti la gara sono stati male perché colpiti da influenza e virus intestinali vari. Insomma nessun cambio a centrocampo settore dove abbiamo sofferto di più la freschezza atletica degli "esordienti" della Prosettimo. Anche la difesa con gli uomini contati a causa dell'assenza di Et Taleb che ha dato forfait un'ora prima della gara.
La cronaca è identica a quella della sconfitta con il Vanchiglia. Gli avversari premono sin dall'inizio e passano subito in vantaggio per un errore di disimpegno e poi raddoppiano nello stesso modo. Due a zero e partita chiusa.
I cambi a disposizione cambiano poco l'inerzia della gara e pur tenendo il pallino del gioco per tutto il secondo tempo i ragazzi non riescono quaso mai a costruire azioni che portino al tiro né gli attaccanti né i centrocampisti. Come dato statistico negativo il fatto di non aver conquistato neanche un calcio di punizione dal limite dell'area di rigore avversaria.
Da registrare a differenza della gara con il Vanchiglia la trasformazione del rigore concesso per atterramento di uno dei nostri attaccanti.
Pazienza terza sconfitta pesante che introduce le ultime quattro gara di campionato che saranno decisive.
Ho scoperto da poco, perché non ne ero al corrente, che il Torino è fuori classifica e quindi quella ufficiale nelle prime due posizioni di testa è:
Virtus Mercadante 43
Lucento Blu 41
Quindi l'8 aprile ci si gioca gran parte della stagione nello scontro diretto in casa contro la seconda della classe.
Anche se non nego che sarebbe bello mettere la ciliegina sulla torta facendo rislutato contro il Torino.
Non dimentichiamo comunque le sfide con il CBS fuori casa e l'ultima di campionato sempre in casa con il Lucento Rosso, unica compagine ad aver sconfitto il Torino.
Buona settima a tutti con l'augurio di trascorrere una Santa Pasqua anche senza calcio dato che il campionato so ferma per questa importante ricorrenza Cristiana.
Ufficio stampa Nino Gentile
  

 

17 marzo 2018

Giovanissimi FB mister Usai

Netta vittoria sul San Giuseppe Riva 4 reti a 0

Virtus Mercadante 4 San Giuseppe Riva 0

Marcatori
Gentile 15' pt - Gentile (rig.) 2' st - Labalestra 18' st - Coriasco  28' st
 
Squadra ancora ...

leggi tutto ...

in convalescenza quella di Mister Usai, che riprende il cammino con una vittoria più netta di quanto dica il risultato stesso.
Ancora falcidiata dalle assenze, mister Usai, perdurante l'assenza di Diforti che oggi siede in panchina per stare vicino ai compagni, deve inventare ancora una volta il centrocampo. Operazione riuscita anche se i ragazzi non riescono ad uscira con le triangolazioni e le ripartenza messe in mostra nelle partite precedenti. Pesa ancora la sconfitta della settimana scorsa.
Ma la vita continua ed il campionato pure.
La gara inizia con la squadra schierata con il 4 2 3 1 e co  Zanotto in porta.
Linea difensiva da sinistra verso destra con Delsonno Edo, Barboso, Verlucca e Ciubotaru.
Gentile e Sabry i due interni davanti alla difesa. Delsonno Manu, Piazza e Salomone a formare il terzetto di centrocampo e Zappavigna unica punta.
Calcio di inizio degli ospiti e dopo 1 minuto contropiede con Gentile lanciato a rete che incrocia bene da posizione decentrata sulla destra ma il pallone esce di poco. Un minuto dopo azione simile ma stavolta è Zappavigna che si invola sul centro destra e davanti al portiere scaglia un tiro che sorvola di pochissimo la traversa.
Gli avversari si ammucchiano a centrocampo e le dimensioni del terreno di gioco favoriscono questa tattica. 
I padroni di casa però aprono bene il gioco sulle fasce e arrivano al tiro in altre tre occasioni prima di passare in vantaggio grazie ad una percussione di Zappavigna che fa pervenire il pallone a centro area dove Salomone serve unndelizioso assist a Gentile che deposita il pallone in rete prendendo il portiere in controtempo.
Il primo tempo si conclude 1 a 0 per la Virtus Mercadante e fa registrare un predominio totale con Zanotto che fa solo una bella parata e solo una volta gli avversari riescono ad impensierire la difesa di casa. 
Il secondo tempo riprende con il cliche del primo. Questa volta però i padroni di casa vanno subito i  rete su calcio di rigore. Delsonno lanciato alla perfezione entra in area e il difensore nel tentativo di fermarlo gli frana addosso costringendo l'arbitro a fischiare la massima punizione che Gentile ttasforma piazzando il pallone vicino al palo sinistro, con il portiere ospite che riesce solo a sfiorare la sfera.
Nel frattempo le prime sostituzioni: Decore per Verlucca, poi Labalestra per Salomone e Achic per Delsonno.
Piu di una volta prove del terzo gol, che arriva da un'incursione di Labalestra che riceve il pallone a metà campo e si invola sulla fascia destra, entra in area superando tutti a velocità supersonica e trafigge l'incolpevole portiere che nulla può sul diagona preciso. Il quarto gol arriva con Coriasco, subentrato a Zappavigna, che mette in rete un cross di Labalestra, che dopo aver superato tutti mette in mezzo, e lui con una mezza girata al volo, batte il portiere e sigla il 4 a 0.
La gara finisce dopo tre minuti di recupero con Mister Usai già intento a pensare alla prossima sfida in quel di Settimo.
Nel frattempo Torino Lucento Blu si conclude con un pareggio a reti inviolate e quindi la classifica dopo 17 turni ai primi tre posti recita così:
Torino 46
Virtus Mercadante 43
Lucento Blu 36 ma con una gara in meno.

 

10 marzo 2018

Giovanissimi FB mister Usai

Vanchiglia - Virtus Mercadante 2 a 0

I ragazzi di Mister Usai puniti oltre i loro demeriti e sconfitti da un indomito e puntiglioso Vanchiglia che tira fuori dal cilindro il coniglio giocando in modo aggressivo i primi 20 minuti, segnando due gol e facendo sua l'intera posta. 

Detto che abbiamo elogiato i ragazzi e mister Usai in tutte
 

leggi tutto l'articolo ...

Vanchiglia - Virtus Mercadante 2 a 0

I ragazzi di Mister Usai puniti oltre i loro demeriti e sconfitti da un indomito e puntiglioso Vanchiglia che tira fuori dal cilindro il coniglio giocando in modo aggressivo i primi 20 minuti, segnando due gol e facendo sua l'intera posta. 

Detto che abbiamo elogiato i ragazzi e mister Usai in tutte le altre precedenti gare e che l'unico pareggio era stato conseguito in casa con il Vanchiglia, 20180310annata2004usai 1 15allora vuol dire che il derby sfugge proprio a tutti i pronostici e che i padroni di casa, lontani ben 19 punti in classifica, sono di fatto la bestia nera dei nostri valorosi ragazzi.
Potremmo accampare mille ed una scusa, tutte peraltro ampiamente documentate dallo stato di salute di diversi calciatori fino al rigore fallito a 10 minuti dal termine della gara alle innumerevoli palle gol non trasformate e persino ad un arbitraggio, che pur avendo principalmente sfavorti chi attaccava ha di fatto penalizzato tutte e due le contendenti che meritvano un arbitro non alla quarta gara né assolutamente ignaro del gioco del calcio nella sua semplice essenza: non si può colpire l'avversario per impossessarsi del pallone.
Ci sarebbe dell'altro, ma i panni sporchi si lavano in famiglia e toccherà farlo, a partire da martedi, a Mister Usai, al suo rientro dopo una settimana di assenza per motivi di salute, sebbene oggi fosse in panchina ma non nel pieno delle sue forze a condividere la guida della squadra con  Mister Morreale, a cui va il nostro ringraziamento per averlo sostituito durante la settimana nella quale ha fatto gli straordinari per allenare i due gruppi.
20180310annata2004usai 2 15Dopo questo preambolo, ritengo dovuto, la cronaca della gara in cui ometterò qualsiasi valutazione sul direttore di gara del quale non ho consuetudine parlare ed oggi ho fatto già una piccola deroga, per quanto sia meritata la sconfitta della nostra squadra a prescindere dalla sua direzione. 
Pronto e via e i padroni di casa prendono in mano le redini del gioco senza che i ragazzi di Mister Usai possano controbattere ma si limitano a difendersi e la partita si sviluppa principalmente davanti alla nostra area di rigore.
Alla prima leggerezza veniamo puniti dai nostri avversari che intercettano un  disimpegno svagato, che di solito sarebbe stata una ripartenza micidiale, e traffigono l'incolpevole portiere che riesce solo a deviare ma non a sufficienza il pallone che si infila alla sua destra.
I ragazzi provano qualche ripartenza delle loro ma fanno fatica a giocare da squadra e al primo contropiede vengono nuovamente puniti e quasta volta il portiere forse poteva uscire meglio. Ma l'errore è stato della difesa che si è piantata lasciando scoperto il campo nel quale l'attaccante di casa si è infilato ed ha raddoppiato.
Nel secondo tempo la gara è a senso unico, ma i nostri ragazzi non riescono a sfondare neanche quando il portiere credendo si trattasse di una restituzione del pallone si è lasciato anticipare ma il pallone a porta vuota ha lambito il palo. Infine quando abbiamo sbalgiato il rigore parato con bravura e scaltrezza dal portiere di casa che è stato poche volte chiamato in causa cosi come quello ospite.
Alla fine vince il Vanchiglia che ha sfruttato le due occasioni che è riuscito a procurarsi a scapito di una Virtus Mercadante che delle 4 occasioni chiare da rete non ne ha sfruttato alcuna.
Ogni sconfitta ha tra le pieghe degli aspetti positivi, che lascia come insegnamento se i ragazzi e il Mister sapranno leggere. 20180310annata2004usai 4 15Ciò permetterà di riprendere il cammino bruscamente interrotto con questa sconfitta che per nessun motivo inficia, e men che meno cancella, quanto di buono è stato fatto fino ad ora.
Ci rivediamo in casa numerosi come pubblico di genitori, primi supporters, sabato prossimo alle 17 contro il San Giuseppe Riva per ripartire più forti di prima sperando anche che il nostro Daniele Diforti, uomo d'ordine, assente per infortunio muscolare al quale facciamo i nostri migliori auguri, si riprenda infretta.